Archivi del mese: aprile 2016

REFERENDUM “TRIVELLE” : CAPIRE LE VERE RGIONI PER IL SI O IL NO!

13006756_1244449028917392_1149570012998488286_n

Sono stato molto dibattuto su cosa votare domani, domenica 16, per il referendum sulle piattaforme d’estrazione in mare (e lasciamo perdere la pochezza e la schifezza di un Presidente del Consiglio e di un Presidente Emerito della Repubblica che invitano all’astensione, di fatto boicottando il referendum: dovrebbero pensare a difendere le istituzioni, non a boicottarle, a prescindere da tutto!).
Le ragioni sostenute per il SI’ sono tanto valide quanto quelle relative ai NO e le lacune di una parte tanto profonde quanto quelle dell’altra.
Ebbene, sono stato dibattuto fino all’altro ieri, quando, effettivamente, ho scoperto una cosa, fondamentale, che ho verificato ben bene:
questi giacimenti producono già molto poco, è noto, e produrranno sempre meno in futuro, esaurendosi poco per volta; ora: le aziende proprietarie delle piattaforme estrattrici dovranno subire costi molto alti per smantellarle a fine lavori. Questo è il punto: con il SI’, a fine concessione le piattaforme dovranno OBBLIGATORIAMENTE essere smantellate; con il NO, i produttori procrastineranno lo smantellamento all’infinito (sostenendo che il giacimento non è ancora esaurito), di fatto ABBANDONANDO le piattaforme in mare e risparmiando gli alti costi di smantellamento, perchè conviene estrarre, pur poco o niente, piuttosto che smontare tutto e riportare i siti com’erano prima.
Tutto qui. Semplice, logico. I conti tornano. Eccome. 

Per questo motivo ho deciso di votare SI’. Erika Conti

Annunci