Inquinamento e salute in Savona e provincia

In data 3 dicembre 2010, l’ordine dei medici della provincia di Savona, ha stilato una relazione sullo stato di inquinamento nella provincia firmato dal presidente e dal Dott. Franceschi, uno stimato specialista delle malattie polmonari.

Le conclusioni fanno rabbrividire.

  • La concentrazione di metalli pesanti è tra le peggiori d’ Italia. Ad es. il 90% del mercurio viene emesso dalle 3 centrali a carbone della Liguria. Questa sostanza danneggia i reni e può portare alla lunga alla dialisi, causa danni duraturi al sistema nervoso (tremori, perdita della memoria), malformazioni dei neonati ed incapacità a fare figli nei maschi.
  • La concentrazione di idrocarburi policiclici aromatici (nome difficile per indicare  sostanze tossiche derivate dal carbone o dal petrolio quando bruciano) è circa 100 volte più alta i limiti di legge nelle acque di Vado. Queste sostanze causano tumori ai polmoni, alla gola, alla pelle, allo stomaco …
  • Le polveri sottili sono prodotti dalla combustione di derivati del petrolio o carbone; si depositano nella parte più profonda del nostro polmone e da lì rilasciano sostanze tossiche in tutto il corpo, causando ad es. infarti ed ictus. L’80% di queste sostanze della zona intorno a Vado è prodotto dalla centrale della Tirreno Power.

Intorno quanto? Studi americani dimostrano che i danni alla salute si estendono per circa 50 Km dal luogo di produzione (Varazze a quanti Km è da Savona?) ; inoltre  risulta evidente che i danni nell’area compresa tra Vado e Genova ,dove è presente un’altra centrale, si sommano (Varazze a quanti Km è da Genova?)

Alla fine (e questi non sono dati confutabili):

  • se in Italia muoiono di tumore ogni anno14 persone ogni 10mila abitanti a Savona ne muoiono quasi 20 (il 40% in piu !) e questo dato è in aumento nella nostra Provincia, mentre tende a diminuire in Italia: come mai?
  • Le malattie da ischemia del cuore –infarti-  (le malattie più frequentemente associate alle polveri sottili) sono più alte, rispetto al resto della regione) da Quiliano   ( di circa il 50% ! vale a dire ad es. 150 invece di 100 persone!!!) a tutta la provincia ( circa il 20%,  quindi ad es. 1200 persone invece di 1000 !)
  •  Gli Ictus sono più frequenti nella nostra provincia di circa il 23% nelle femmine e di addirittura il 37% nei maschi ( sembra impossibile eppure vuol dire che se stai nella nostra provincia invece che ad Imperia e sei un maschio, avrai un terzo in più delle probabilità di avere un ischemica cerebrale ! un malato su tre ci è regalato dalla situazione ambientale della nostra provincia, dove, casualmente, c’è una centrale a carbone che immette circa l’80% di sostanze, le polveri sottili, che, casualmente, sono associate a questo tipo di malattie)

Ma qualcuno dirà sicuramente che si tratta di  un caso ….e comunque purtroppo sarà il caso nostro e dei nostri figli…. Ma soprattutto: sarà mica il caso di provare a fare qualcosa, visto che, credo, Varazze sia ancora in provincia di Savona e purtroppo non si può spostare?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...